Buongiorno ai nostri affezionati lettori. Continuiamo a parlare di Balcani e di Bosnia e Erzegovina. Questo paese ci ha sorpresi davvero per le sue peculiarità culturali e sociali. Abbiamo già parlato di convivenza fra etnie, popoli e religioni diverse, con i pro e i contro che ciò produce. Oggi però dobbiamo dire che la migliore vista sul ponte di Mostar se la sono accaparrati i musulmani. La moschea di Koski Mehmed-Pasha a Mostar infatti ha l’affaccio più bello sulla sponda del fiume Narenta e un posto in prima fila per lo Stari Most.

La moschea di Koski Mehmed-Pasha

Questa moschea si trova proprio nel centro storico di Mostar ed è uno degli edifici che ha subito più danni durante la guerra. Fortunatamente possiamo di nuovo apprezzare non solo la sua presenza e ricostruzione, ma uno stile assolutamente coerente con se stesso.
Arrivarci è davvero semplice, basta percorrere la via principale del centro storico. Nello spazio esterno della moschea di Koski Mehmed-Pasha c’è la fontana per le abluzioni, una delle poche strutture a non aver riportato danneggiamenti in guerra.

Fontana della moschea di Koski Mehmed-Pasha

Fontana della moschea di Koski Mehmed-Pasha

I biglietti d’ingresso alla moschea sono economici, parliamo di circa 3€ a persona. L’edificio al suo interno è decorato in maniera tutto sommato sobria. Ci sono tappeti ed è un luogo di culto ancora frequentato. Non è difficile trovare gente a pregare, per cui ricordate di muovervi sempre con profondo rispetto.
La particolarità è che acquistando il biglietto completo potete salire sul minareto. La scala è stretta e grezza e bisogna far attenzione quando salendo si incrocia qualcuno in discesa.

La vista sullo Stari Most

La vista dall’alto del minareto ripaga tutto lo sforzo fatto. Il balconcino del minareto è poco adatto a chi soffre di vertigini, noi abbiamo resistito per pochi minuti. Di fronte però si ha uno dei panorami più belli di Mostar, la classica immagine da cartolina. Chi non ha problemi di vertigini può approfittare per guardare da lontano i famosi tuffi dallo Stari Most. Ci sono ragazzi del posto che raccolgono le offerte dai turisti per poi tuffarsi dal ponte, è una cosa molto caratteristica.

Lo Stari Most dal minareto della moschea di Koski Mehmed-Pasha

Lo Stari Most dal minareto della moschea di Koski Mehmed-Pasha

Una volta usciti dalla moschea si può trascorrere qualche altro minuto nel giardino sottostante. Qui, senza il problema delle vertigini, si può scattare qualche altra bella foto allo Stari Most.

Lo Stari Most

Lo Stari Most

 

 

 

 

…prima di continuare ti va di darmi un piccolo aiuto per ripagarmi del lavoro fatto per scrivere questo articolo? Basta un semplice clic  e una condivisione su Facebook per farmi conoscere ai tuoi amici … A te non costa nulla e per la crescita del mio blog vuol dire molto… Non vorrai mica tenere tutte queste importanti informazioni per te vero?

Grazie Mille !!!

Abbiamo bisogno del tuo aiuto! Se ti siamo stati utili, clicca sul MI PIACE!
Logho di Viaggie Merende

Mangiare a Mostar, da Tima Irma si griglia!!!

Facebook Google+ Twitter Instagram Mostar è un centro molto importante in Erzegovina. Sempre più turisti stanno raggiungendo ogni anno questa meta....

Una targa a ricordo dei tre giornalisti italiani uccisi a Mostar nel 1994

Facebook Google+ Twitter Instagram Siamo usciti dalla nostra recente parentesi nei Balcani con una nota di ottimismo. Abbiamo potuto scoprire la...

La moschea di Koski Mehmed-Pasha a Mostar

Facebook Google+ Twitter Instagram Buongiorno ai nostri affezionati lettori. Continuiamo a parlare di Balcani e di Bosnia e Erzegovina. Questo paese...

Blagaj Tekija, un monastero derviscio da visitare assolutamente

Facebook Google+ Twitter Instagram Vicino Mostar, in Bosnia Erzegovina, c’è una piccola cittadella turco ottomana che sorge sul fiume Buna. Vi...

Un tuffo alle cascate di Kravice

Facebook Google+ Twitter Instagram Buongiorno carissimi e affezionatissimi lettori. Con il post di oggi iniziamo a parlare di qualcosa che ci ha...
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: