A noi piace tanto camminare nel centro di Roma, ogni giorno è possibile scoprire uno scorcio nuovo. Spesso accompagniamo le nostre passeggiate con pranzi o cene in trattorie romane, sempre molto apprezzate. A volte però ci fa piacere provare le pizzerie di Roma, e questa volta è toccato a Gino Sorbillo di Piazza Augusto Imperatore.

Gino Sorbillo a Roma

Gino Sorbillo è un nome noto, sicuramente uno dei pizzaioli più famosi al mondo nonché un ottimo imprenditore che sta esportando la vera pizza napoletana praticamente ovunque.

Gino Sorbillo a Roma

Gino Sorbillo a Roma

Fra le nuove aperture più recenti c’è la pizzeria di Piazza Augusto Imperatore a Roma.
Il locale è sviluppato su due livelli con un bel rettangolo, riesce a ospitare a occhio un centinaio di coperti.
La prima sfida è certamente rappresentata dalla fila, Sorbillo a Roma, come ovunque del resto, non accetta prenotazioni. Per questo motivo avanti alla pizzeria si crea una certa coda. Noi abbiamo approfittato del fatto di trovarci in zona poco prima dell’orario di punta del pranzo, riuscendo a entrare senza fare la fila ma sedendoci sul banco invece che al tavolo. La soluzione del banco prevede una serie di sgabelli uno di fianco all’altro e ci si siede in maniera casuale. A noi non è affatto dispiaciuta come cosa, anzi la troviamo simpatica e interessante dato che comunque ci si ritrova proprio a fianco al forno e si può quindi guardare la preparazione delle pizze.

Il menù

Il menù non è enorme, come tradizione vuole vengono proposti pochi piatti ma tutti validissimi. Interessanti sono gli antipasti, anche se un po’ costosi. Una cosa simpatica è che ogni “capitolo” del menù è composto da 7 voci tranne che per le pizze per le quali è stato creato un capitoletto aggiuntivo chiamato proprio “7+”.

 

La pizza di Sorbillo a Roma

Gino Sorbillo a Roma

Gino Sorbillo a Roma

Abbiamo ordinato due bufale, ovvero margherite con mozzarella di bufala, qui aggiungono anche il parmigiano che, non sapendo se è previsto nella ricetta originale o meno, abbiamo comunque apprezzato e ci è piaciuto.
Il diametro della pizza è veramente più grande del piatto, la cottura ottima, mangiarla è stata una vera goduria.
Per avere questa qualità ci vuole metodo. Un aspetto fondamentale ad esempio è la presenza di due pizzaioli, uno che prepara le pizze e uno che si occupa di monitorare e gestire la loro cottura nel forno a legna.

 

prezzi

A Roma nessuno si mette a regalare pizze, soprattutto a piazza Augusto Imperatore, questo lo sappiamo. Il nome anche è un fattore fondamentale quando si determinano costi e prezzi di un prodotto. Non possiamo questionare il prezzo delle pizze, una qualità del genere dovrebbe essere pagata bene, ma Sorbillo ha impostato prezzi nella media romana. Ciò che ci lascia un po’ perplessi è il costo degli antièpasti, il prezzo di una zizzona di Battipaglia, a occhio, ci è sembrato esagerato. Un altro punto dolente è il prezzo delle bibite, 6€ per birre di livello medio non rende merito al costo del resto dei prodotti.

In definitiva…

Per trarre la nostra conclusione siamo sicuramente rimasti contenti e soddisfatti della pizza che abbiamo mangiato. Ci è piaciuto anche il posto, la sua organizzazione, la pulizia, nulla da dire. Se ci torneremo? Certamente. Se saremmo disposti a fare la fila in futuro? No, la pizza è buona ma non giustifica l’attesa. La fila va bene magari per un turista che non avrebbe modo di assaggiare una pizza del genere altrimenti, ma per chi sa dove procurarsi una buona pizza in qualsiasi momento allora non vale la pena aspettare.

…prima di continuare ti va di darmi un piccolo aiuto per ripagarmi del lavoro fatto per scrivere questo articolo?
Basta un semplice clic  e una condivisione
 su Facebook  per farmi conoscere ai tuoi amici … A te non costa nulla e per la crescita del mio blog vuol dire molto…
Non vorrai mica tenere tutte queste importanti informazioni per te vero?

Grazie Mille !!!

Abbiamo bisogno del tuo aiuto! Se ti siamo stati utili, clicca sul MI PIACE! 

Logho di Viaggie Merende

Pasta asciutta e altri rimedi, lo stereotipo dell’italiano in vacanza

Facebook Google+ Twitter Instagram Per quanto vogliamo fare la parte degli emancipati, di quelli che volgono lo sguardo al futuro e all'internazionalità, restiamo sempre italiani e, da italiani, contribuiamo anche noi ad alimentare in un certo senso lo stereotipo...

Al Panificio Paoluccio pane e pizza per una sana merenda materana

Se state cercando un posto per uno spuntino a Matera allora questo articolo fa proprio al caso vostro. In una città in piena evoluzione il Panificio Paoluccio rimane un pilastro fondamentale con la sua ottima pizza e soprattutto con il...

Mangiare a Budapest, For Sale Pub una bella scoperta

Siete a Budapest e cercate consigli per passare una bella serata? State programmando il vostro viaggio a e non volete lasciare proprio niente al caso? Bene, oggi vi consigliamo un locale molto carino dove mangiare a Budapest: Il For Sale Pub....

Rubio aveva ragione, Il Baffone a Roma è una trattoria da paura

Buongiorno amici e lettori, il post di oggi andrebbe inquadrato fra le nostre "merende", ma la parola necessita di un'amplificazione notevole. Oggi infatti parliamo della trattoria Il Baffone a Roma, proprio quella visitata da Chef Rubio...

All’Hinterholz cucina tipica viennese a due passi da Stephansplatz

Vienna è una città molto particolare dal punto di vista della ristorazione. Nel centro è possibile notare alcuni ristoranti fronte strada, questi sono per la maggior parte ristoranti giapponesi, cinesi, pseudo-italiani, oltre che catene di fast food; fra questi...
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: