Il settimo giorno del nostro piccolo tour fra Slovenia e Croazia avevamo in programma di lasciare il paesino di Razanac. L’itinerario prevedeva di percorrere l’autostrada facendo tappa al Parco Nazionale dei Laghi Plitvice, per poi raggiungere Rijeka in tarda serata. Al nostro risveglio però siamo stati sorpresi da un fortissimo vento di Bora.Tolto uno spesso strato di salsedine dalla carrozzeria della macchina, ci siamo avviati verso quello che era l’itinerario previsto, forse sottovalutando il problema. Una volta arrivati all’ingresso del casello autostradale siamo stati bloccati da alcune pattuglie di polizia che ci hanno deviati verso l’entrata successiva che, però, era chiusa anch’essa. Nella situazione in cui eravamo non potevamo fare altro che andare avanti sulla strada costiera E65, e da questo piccolo fuori programma abbiamo ricavato un’esperienza fantastica.

L’itinerario alternativo 

Col senno di poi siamo stati felici di aver cambiato itinerario, abbiamo visitato i Laghi Plitvice nei giorni successivi e, eliminata l’utilità della visita al parco nazionale, l’autostrada non ci avrebbe lasciato nessuna emozione. Il viaggio è diventato un po’ più slow e avventuroso, salvo il combattere con lo stress di dover guidare con raffiche di vento fortissime. L’unica barriera fra noi e lo strapiombo era spesso rappresentata da un muretto o un guard rail.
Date le condizioni abbiamo impiegato oltre 5 ore a percorrere la strada di costiera E65, ma ciò che ci ha impressionato è stato lo scenario.
Come una pellicola abbiamo visto scorrere immagini di piccoli paesi, a volte fatti da 5 o 6 case, scogliere selvagge, approdi al mare in baie con moli minuscoli.
Abbiamo potuto vedere le isole più prossime alla costa, con il mare increspato e gli alberi piegati dal vento in immagini da cartolina.
Purtroppo siamo riusciti a fare poche foto, l’unica volta che abbiamo trovato una piazzola praticabile (fidatevi, con quel vento c’era da aver paura a fermarsi troppo vicini al bordo), il vento ha aperto con violenza lo sportello della macchina, quasi rompendolo.
Fra le località attraversate ci sono Lukovo Sugarje, Carlopago, Cesarica, tutti paesini a misura d’uomo, in cui il turismo pare essere limitato o comunque poco invasivo, posti da tener presente per eventuali futuri ritorni in Croazia.

Tiriamo le somme

Queste 5 ore di macchina sulla strada costiera E65 sono state una grandiosa scoperta, siamo stati gentili ospiti di un paesaggio e una natura mozzafiato e con questo post vogliamo proprio consigliare, Bora o non Bora, di preferire questa fantastica strada alla Higway.
Fra le altre cose crediamo di aver risparmiato circa 20€ di pedaggio e sulla strada abbiamo notato prezzi più che popolari per bar, ristoranti, alberghi e aparthotel.
Crediamo che questa zona possa essere una valida soluzione per chi ami avere qualche giorno di relax, lontano dalla folla e a contatto con la natura e i piccoli borghi di mare, un’oasi di pace autentica.
Ancora una volta la Croazia ci ha stupiti, dopo aver visitato la capitale con le sue sfumature esteuropee e la sua grigia e poetica periferia, la città romana di Zara e la piccolissima Razanac, gli incantevoli Laghi Plitvice, Kamenjak, ecco ancora altre sfaccettature di una nazione davvero sorprendente.
Vi lasciamo con qualche foto scattata cercando di mantenere l’equilibrio.
 
 

…prima di continuare ti va di darmi un piccolo aiuto per ripagarmi del lavoro fatto per scrivere questo articolo?
Basta un semplice clic  e una condivisione
 su Facebook  per farmi conoscere ai tuoi amici … A te non costa nulla e per la crescita del mio blog vuol dire molto…
Non vorrai mica tenere tutte queste importanti informazioni per te vero?

Grazie Mille !!!

Abbiamo bisogno del tuo aiuto! Se ti siamo stati utili, clicca sul MI PIACE! 

Logho di Viaggie Merende

L’incanto naturale dei Laghi di Plitvice

Il nostro viaggio nella bella e suggestiva Croazia continua con una delle escursioni più straordinarie che abbiamo mai...

Cevapcici, principi dello street food in Croazia

Se avete visitato i Balcani e l'Ex Jugoslavia sapete sicuramente di cosa stiamo parlando. Per chi non abbia avuto ancora il...

Al Konoba Tarsa di Rijeka per una cena tipicamente croata

Durante il nostro ultimo viaggio in Croazia ci simo fermati molti giorni a Rijeka, per passare una settimana in relax fra spiagge,...

Il Giardino Botanico di Zagabria, città verde e vivibile

Buongiorno amici, oggi vi portiamo alla scoperta del Giardino Botanico di Zagabria. Quest'anno siamo tornati per la seconda...

Trsat, il quartiere storico di Rijeka

Buongiorno amici, con il post di oggi si torna in Croazia. Abbiamo ormai dichiarato il nostro amore per questa nazione e...
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: